Mesa de trabajo 1

Scholas Occurrentes e Macoma Uniti per l'Ambiente

In uno sforzo senza precedenti per combattere il riscaldamento globale, la fondazione pontificia Scholas Occurrentes e la startup Climate Tech Tecnologie ambientali di Macoma Hanno firmato un accordo di collaborazione. Questo accordo, sostenuto da Papa Francesco, mira ad attuare il programma «Communis Domus», destinato a compensare la CO2 e generare un significativo impatto ambientale ed educativo.

La crisi climatica: un contesto urgente

L'impatto del gas serra è aumentato a 49% tra il 1990 e il 2021, essendo il CO2 responsabile di 80% di questo aumento. In questo contesto, Papa Francesco e l’amministratore delegato di Macoma, Ezechiele Martino, ha sottolineato la necessità di azioni immediate a quelli di sviluppo della collettivo per combattere il riscaldamento globale.

Un appello globale: “Communis Domus”

Durante Incontro Internazionale del Significato, svoltosi a Roma e in Vaticano dal 21 al 23 maggio 2024, Sua Santità ha invitato aziende, filantropi a quelli di sviluppo della governi unirsi «Communis Domus». Questo programma pionieristico, sviluppato in collaborazione con Macoma, mira a compensare la CO2 attraverso l’uso delle nanotecnologie vernici ecologiche elevata riflettanza solare.

Obiettivi e scopi dell'accordo

L'accordo tra Scholas Occurrentes a quelli di sviluppo della Macoma mira a compensare in una prima fase più di 250mila tonnellate di CO2. Ciò equivale alla piantumazione di circa 7.800.000 alberi O 9.600 ettari di foresta. Le azioni verranno realizzate attraverso l'attuazione dell'art “tetti fantastici” e alloggi sostenibili per le popolazioni vulnerabili, nonché murales ecologici noti come «Murales che respirano».

Innovazione tecnologica: la nanopittura di Macoma

Le nanotecnologie del Macoma, sviluppato nella terra dei Gesuiti di Misiones, in Argentina, consente compensi fino a 28 tonnellate di CO2 Per ciascuno 100 mq di vernice applicata. Questa tecnologia non solo riduce le emissioni, ma riduce anche il temperatura interna degli edifici, riducendone i consumi energia anche in a 35%.

«Laudato Si'» e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG)

Il programma «Communis Domus» risponde all’appello di Papa Francesco nella sua enciclica «Laudato Si'», che sostiene a ecologia integrale e il giustizia sociale. Inoltre, si allinea con diversi Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite, sottolineando l’importanza dello sviluppo economico sostenibile, della promozione di infrastrutture resilienti e dell’adozione di misure urgenti contro il cambiamento climatico.

Conclusione

L'alleanza tra Scholas Occurrentes a quelli di sviluppo della Macoma rappresenta uno sforzo significativo per affrontare la crisi climatica. Unendo la tecnologia innovativa ad un forte impegno morale ed educativo, «Communis Domus» offre una soluzione concreta ed efficace per ridurre le emissioni di CO2 e proteggere il nostro pianeta. Questo accordo non si limita a evidenziarne la necessità azioni immediate, ma anche il potere di collaborazione globale per generare un impatto positivo sul ambiente e nel società.